Contratto di Locazione Commerciale

by Avv. Nicola Ferrante
Visite: 23013

Consulenza per la redazione di contratti di locazione commerciale 

Il contratto di locazione commerciale (o ad uso diverso da quello abitativo) è regolato dalla legge 392\1978 agli articoli 27 e seguenti, a differenza dal contratto di locazione ad uso abitativo che trova la sua disciplina nel Codice Civile.  Naturalmente entrambi i contratti hanno molti elementi in comune, a cominciare dalla definizione secondo cui la locazione “è il contratto col quale una parte si obbliga a far godere all’altra una cosa mobile o immobile per una dato tempo verso un determinato corrispettivo”

Il contratto di locazione  commerciale andrà redatto in forma scritta (comunque sempre consigliata)  se ha durata superiore a nove anni, e in ogni caso non potrà avere durata eccedente i  trent’anni.

Sono parti del contratto il locatore, cioè il proprietario dell’immobile, e il conduttore, cioè chi riceve in godimento la cosa pagando un corrispettivo.  Le principali obbligazioni del locatore sono:

- consegnare al conduttore l’immobile in buono stato di manutenzione;

-  mantenere l’immobile in stato da servire all’uso convenuto;

- garantire il pacifico godimento dell’immobile durante la locazione.

Invece, le principali obbligazioni del conduttore sono:

- prendere in consegna l’immobile e osservare la diligenza del buon padre di famiglia nel servirsene per l’uso determinato  nel contratto;

- dare al locatore il corrispettivo nei termini convenuti.

Il conduttore, salvo patto contrario, può sublocare l’immobile, ma non potrà cedere il contratto di locazione senza il consenso del locatore.

La disciplina del contratto di locazione commerciale si applica per agli immobili adibiti alle seguenti attività, anche se esercitate in via transitoria o per periodi stagionali:

- attività industriali, commerciali o artigianali;

- attività di interesse turistico;

- esercizio abituale e professionale di qualsiasi attività di lavoro autonomo;

- attività alberghiera e teatrale;

- attività ricreative, assistenziali, culturali e scolastiche, sedi di partiti o sindacati;

Il contratto di locazione commerciale si applica anche alle aree nude. Non si applica invece agli immobili rustici, cioè adibiti ad attività agricola ed attività strettamente connesse.  

In questa sezione trovate gli articoli sulla locazione commerciale, sul regime contrattuale della locazione commerciale, sul canone di locazione  e sulla durata e rinnovo del contratto , sull'indennità di avviamento e diritto di prelazione.

avv. Ferrante Nicola

Per avere informazioni sulla nostra consulenza per la redazione e la gestione di contratti di locazione vai a questa pagina o contattaci al numero 328-9687469 o alla mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Nota: si precisa che gli articoli presenti su questo sito sono da considerarsi come un riassunto, a mero titolo informativo, della più ampia disciplina dei contratti. Lo studio non si assume nessuna responsabilità per l'uso di tali informazioni. Gli articoli sono protetti dalla legge sul diritto d'autore. 

Contatta l'esperto